Uscite ed escursioni

Durante tutto l’anno la città di Lione e l’Istituto lionese vi propongono diverse attività per poter prendere parte alla vita locale, scoprire cose nuove e divertirvi.

  • Gennaio:
    Epifania
    . Prima di degustare una tipica galette des rois accompagnata da una tazza di sidro, da un vino o da un’altra bevanda analcolica, i professori vi spiegheranno l’origine di questa tradizione.
  • Maggio:
    Festival musicale Nuits Sonores
    . Creato nel 2003 riunisce ormai più di 100 000 spettatori ogni anno e 250 artisti provenienti da tutto il mondo in circa 50 diversi punti della città.
  • Giugno:
    Festa della musica
    . La festa della musica lanciata nel 1982 in Francia, è oggi ripresa e organizzata in più di 100 Paesi nel mondo.
  • Settembre:
    Giornata europea del Patrimonio
    . Giornata che si svolge all’insegna del modello delle “Giornate di porte aperte nei monumenti storici” create dal Ministero della cultura francese nel 1984 e ormai riprese in una cinquantina di altri Paesi.
  • Dicembre:
    Mercatino di Natale
    . Dal 1997 si svolge nella piazza Carnot il mercatino natalizio di Lione.
    Festa di Natale all’Istituto. L'Istituto lionese organizza ogni anno un pranzo festivo al quale partecipano tutti gli studenti che sono invitati ad animare l’atmosfera con danze e canti e a far rivivere i loro costumi nazionali preparando ricette tipiche del loro Paese.

Suggeriamo inoltre gite ed escursioni a Lione e nella regione.

Giornata in montagna

Giornata in una stazione sciistica vicina a Lione.

Trasporto in pulman GT con partenza da Lione, Skipass giornaliero per gli sciatori, colazione e accompagnatore.

 

SkiCredito fotografico: Trysil

Museo di Belle Arti e le parete dipinte

Il Museo di Belle Arti di Lione è uno dei più grandi musei francesi ed europei.

 

Musée des beaux arts de LyonCredito fotografico: Xuan Che

 

I parete dipinte di Lione sono conosciuti per la loro particolarità e bellezza. Creati dalla cooperativa CitéCréation fanno ormai parte del patrimonio della città.

Vecchio Lyon e Museo Galllo-Romano

Il quartiere di Vecchio Lyon è una delle prime zone salvaguardate di Francia (dal 1964) ed è uno dei più vasti agglomerati rinascimentali europei (24 ettari). Dell’epoca medievale resta il giardino archeologico alle pendici della collina della Fourvière.

Il Museo Gallo-Romano racchiude una delle più ricche collezioni archeologiche di Francia.

 

Vieux Lyon
Crédito fotografico: Franklin Hunting

Tour sul Rodano e sulla Saona e la Confluence

La Confluence è un agglomerato urbano moderno situato a sud della Presqu’île, nel punto di confluenza dei due fiumi Rodano e Saona. Comprende un vasto spazio commerciale, dei giardini acquatici, un moderno ed originale museo di storia naturale e sociale.

 

Le Rhône
Credito fotografico: Krzysztof Belczyński

Parco della Tête d’Or e il Museo di Arte Moderna

Il Parco della Tête d’Or comprende al suo interno un lago di 16 ettari creato a partire da un affluente del Rodano, un giardino zoologico ed un giardino botanico. Il Museo d’Arte Moderna è interamente consacrato ad esposizioni temporanee. Munirsi di Pic-nic.

 

Parc de la Tête d'Or
Credito fotografico: Connie Ma

Escursione a Pérouges

A 36 chilometri a nord-est di Lione si trova questa antica città che conserva le tracce del suo passato medievale.

In programma: visita guidata e degustazione delle specialità locali: la galette di Pérouges e il vino di Cerdon.

 

Pérouges
Credito fotografico: Ana Rey

Escursione ad Annecy

La Venezia delle Alpi, rinnomata in tutto il mondo per la bellezza della sua architettura, per la sua storia, per la qualità della vita, per il suo lago e le montagne. È davvero una città turistica e balneare dalle molteplici attività.

 

Annecy
Credito fotografico: Jean Balczesak

Giro in barca sulla Saona

Risalire la Saona attraversando la città di Lione e la sua storia, a partire dalla parte antica, patrimonio dell’umanità, fino alla pittoresca Île Barbe che rimane nella zona nord.

 

La Saône
Credito fotografico: Christophe

Il Convento Tourette

Convento e casa di accoglienza, di condivisione, di riflessione e di preghiera, esempio eccezionale dell’architettura moderna. Il suo architetto Le Courbusier a detto di questo luogo “non si parla ma si vive dell’interiore”. Pranzo sul posto.

 

Le couvent de la Tourette
Credito fotografico: Serge Tanet

La Grotta Chauvet

La grotta preistorica che racchiude testimonianze e pitture rupestri è iscritta nel patrimonio mondiale del’Unesco.

 

La grotte Chauvet
Credito fotografico: Stuti Arora

Escursione a Beaujolais

Il vino Beaujolais nouveau è conosciuto i tutto il mondo. Vi proponiamo una passeggiata fra i vigneti e la visita ad una cantina.

 

Le Beaujolais
Credito fotografico: Renaud Camus